1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Mandic: al via le nuove sale operatorie

Stampa E-mail

Image 04E’ stata avviata l’attività chirurgica presso il nuovo blocco operatorio di Merare che sarà successivamente (nelle prossime settimane) inaugurata alla presenza del Ministro Ferruccio Fazio e del Presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni.
Tutta la struttura operatoria dell’ospedale, come è noto, è collocata al sesto piano del Padiglione C , con sale chirurgiche dotate di tecnologia di ultima generazione.
Lampade scialitiche, ventilatori polmonari, sistemi ad alta definizione e all’avanguardia per la gestione delle immagini e per il monitoraggio del paziente : è sola una parte delle apparecchiature installate, che hanno comportato un finanziamento complessivo di oltre 6 milioni di euro e che faranno delle nuove sale operatorie del Mandic un blocco chirurgico che non avrà nulla da invidiare al altre strutture sanitarie della Lombardia.
Fra i sistemi tecnologici allestiti anche una piattaforma tecnologica integrata, destinata esclusivamente alla chirurgia laparoscopia , metodica mini invasiva in cui eccelle il team diretto da Pierluigi Carzaniga, direttore della Chirurgia del Mandic, ampiamente riconosciuta e apprezzata a livello nazionale.
Chirurghi e staff chirurgici , attraverso questo sistema, beneficeranno di accessi diretti a svariate informazioni disponibili presso la stessa sala operatoria oppure esterne alla sala e raggiungibili attraverso la capillarità della rete informatica ospedaliera.
Il sistema è dotato di un’infrastruttura in grado di interconnettere tra loro diversi dispositivi elettromedicali, informatici e di comunicazione all’interno sala operatoria e consente:
  -   un valido supporto all’operatività dell’equipe medica presente in sala operatoria;
  -   l’interazione con staff medici anche non presenti in sala (per videoconferenza e/o streaming di rete);
  -   la visione diretta e la registrazione di informazioni e immagini chirurgiche per svariati scopi tra cui quello di agevolare le attività di formazione, aggiornamento, studio e ricerca, destinate sia ai professionisti che agli studenti e giovani medici in formazione / specializzazione;
  -   l’interazione dei medici con il sistema informativo aziendale e con le risorse tecnologiche con questo connesse, ad esempio la diagnostica per immagini;
  -   la visualizzazione real-time dell’intervento;
  -   l’integrazione con i segnali video digitali delle apparecchiature intraoperatori;
  -   la registrazione in HD di tutte le informazioni necessarie su DVD, USB e Network;
  -   la trasmissione in diretta dell’intervento operatorio (audio / video) verso altre strutture collegate.

Tutte le componenti che costituiscono l’infrastruttura di comunicazione della singola sala operatoria saranno gestite attraverso un monitor touch-screen a parete e uno sul pensile chirurgico.
La sala operatoria sarà gestita dal comando vocale del chirurgo che, direttamente con la sua voce, potrà governare svariate apparecchiature tra cui la sorgente di luce, le telecamere, gli insufflatori.

Altra apparecchiatura con notevole valore aggiunto tecnologico sono i ventilatori per anestesia: elettronici e di ultimissima generazione, sono controllati da microprocessori, adatti al trattamento ventilatorio di alto livello di pazienti adulti, pediatrici e neonatali.
Ergonomici, compatti, silenziosi, di ridotte dimensioni e peso contenuto, sono studiati per un facile utilizzo e posizionamento in sala operatoria.

Ci sono, poi, i nuovi tavoli operatori con un rivoluzionario sistema di movimentazione che consente la possibilità di far assumere allo stesso piano operatorio posizioni estreme, fino ad oggi impossibili, e di accogliere pazienti obesi (la portata limite è di 360 kg).
Vale la pena , infine, ricordare anche il nuovissimo sistema di monitoraggio del paziente che permette il flusso continuo dei dati del paziente nel Blocco Operatorio (Sala Operatoria, Sala Preparazione e Sala Risveglio) e dal Blocco Operatorio alla Rianimazione o ai Reparti e viceversa. Con il nuovo sistema sarà consentita anche la gestione della cartella clinica informatica.